CapelloAlvento

Capello al vento, nuvole d'argento, di poco m'accontento!Sbandato al vento ondeggio di qua e di là in balìa dei miei pensieri asciutti e distratti che non vogliono raccogliersi e non voglio raccogliermi in una ciocca ordinata che odora di grasso, infiocchettata di rosa, falsamente pulita. Sono un capello al vento, un capello ribelle, che ama sentire il calore del sole sulla sua pelle. Un sole non filtrato da nuvole di false apparenze. Sono un capello, un capello al vento… Solo sciolto, son contento.

lunedì 25 febbraio 2013

Grazie, per queste lacrime...

GRAZIE,
 perché mi hai mostrato
come mi vedono i tuoi occhi,
e non mi è piaciuto.

 GRAZIE,
... perché sei voltato altrove
ed ho capito che esisto
anche senza il tuo sguardo.

 GRAZIE,
perché mi hai fatto piangere
e per fuggire dalle lacrime
ho trovato una nuova strada.

 GRAZIE,
so che non vuoi saperne
ma quasi quasi....
ti meriti un bacio ;-)
 
 
... E GRAZIE
per le bugie
che mi hanno mostrato
la verità!!!

2 commenti:

  1. La seconda frase è a dir poco... incantevole.
    E'proprio da conservare.

    (Ehm...ma... al posto del bacio della penultima frase, un bel calcio dove non batte il sole non avrebbe fatto più la sua bella figura? ^.^. Sorridiamo, dai!)
    Ciao Capello al Vento. E' bello leggerti.
    Buon pomeriggio.
    Cristina

    RispondiElimina
  2. Grazie, mi hai fatto davvero fare una bella risata!!! Un bacio!!!!

    RispondiElimina